Psicologia Funzionale: La Nascita del Sé

Autore: L. Rispoli e G. Piscopo

Psicologia Funzionale: La Nascita del Sé Articolo Estratto dal numero 5 della Rivista Scientifica NEO FUNZIONALISMO E SCIENZE INTEGRATE

Se guardiamo alle differenti definizioni ed accezioni che nel tempo sono state date del Sé, sia che si parli di vissuto, di identità, di coscienza o di stili comportamentali, possiamo notare che tutte sono state ascritte a due ordini di interpretazioni: un’interpretazione di tipo esperienziale, legata cioè all’idea di un Sé inteso come esperienza di se stessi o rappresentazione di sé, come il modo in cui ci percepiamo, il vissuto, il modo di cogliere introspettivamente la nostra psiche; e un’interpretazione di tipo strutturale, legata cioè all’idea di un Sé inteso come realtà ontologica interna ed immutabile, come una struttura innata potenzialmente, capace di autorealizzazione.

Mentre nel primo caso si tendeva a dimostrare che l’idea di unità e di continuità che il soggetto vive è del tutto illusoria, nel secondo caso ci si limitava ad una semplicistica fiducia in una realtà trascendentale.
 

Categorie correlate