Quel che resta dell'etnopsichiatria

25/05/2019 dalle 09:00 alle 18:00 25/05/2019 09:00

Quel che resta dell'etnopsichiatria Tracce per una clinica politica: dall'analisi dei saperi medici locali alla cura del trauma e delle "malattie di Stato".
 
L'etnopsichiatria della migrazione deve confrontarsi oggi con l’orizzonte cupo e contradditorio delle vicende traumatiche dei richiedenti asilo, vittime di violenze e di tortura, così come con l'incertezza diffusa che pesa sulla loro condizione e blocca la domanda di aiuto dentro i labirinti della violenza istituzionale, della burocrazia, del razzismo sociale o di stato.

La riflessione clinica, gli esempi e le considerazioni epistemologiche discussi articoleranno questi poli, nella prospettiva di un'etnopsichiatria decoloniale, dinamica e critica.

Conduce: Roberto Beneduce, antropologo ed etnopsichiatra


ORGANIZZAZIONE DELL'EVENTO - INFO - PRENOTAZIONI

Sede di svolgimento

  • Centro Congressi Carla Lonzi - Via della Lungara, 19 - 00165 Roma

Per ricevere future informazioni circa gli eventi promossi dall’autore

Categorie correlate