Gruppo Uomini

17/09/2015 dalle 20:30 al 09/06/2016 alle 22:00

Gruppo Uomini “Le donne stanno creando un nuovo sistema di pensiero e sta nascendo un modo alternativo di vedere la vitaMolti uomini non hanno idea di quello che sta accadendo, non sanno più in cosa credere. Per molti di noi, i valori con cui siamo cresciuti sono statimodificati o addirittura sovvertiti; spiazzati da questo cambiamento,non abbiamo ancora deciso come reagire. È un'epocaquesta, di grande incertezza”.  Milton Claser, grafico ed autore del celeberrimo logo “I love New York” così commentava il divario culturale tra i sessi.

Gli antropologi ci dicono che gli uomini sono stati soprattutto cacciatori e guerrieri, funzioni che richiedevano determinate qualità: forza fisica, senso d'orientamento, capacità di resistere e d'infliggere sofferenze, coraggio, senso dell'onore, rispetto della gerarchia, capacità di uccidere se necessario e di passare molte ore in silenzio per non essere trovati.
Tali strategie e attitudini sono sopravvissute fino a noi e sono state adattate alla vita familiare e di coppia. Ma da fattori di sopravvivenza, che assicuravano la salvaguardia della specie, tali valori maschili, grazie ai quali gli uomini hanno costruito intere società, sono diventati alienanti per gli uomini e oppressivi per le donne.
Rifiutando le donne e la sensibilità femminile, gli uomini hanno costruito un mondo in cui domina l'aridità, in cui il valore interiore si misura in base a ciò che si produce. In questo modo gli uomini sono diventati estranei anche alla loro sensibilità, ai valori affettivi.AI maschio manca un'educazione sentimentale che vada al di là della parzialità di milioni d'informazioni (familiari, sociali, culturali), che non fanno altro che aumentare il senso di smarrimento, non permettendo una relazione vera con le proprie dimensioni interne più autentiche.

Per un cambiamento effettivo appare auspicabile un lavoro di iniziazione a un nuovo modo di essere, unico per ogni uomo, che prenda in considerazione ogni aspetto o livello della persona e che gli offra  l’opportunità a tutto tondo per la trasformazione: un uomo multidimensionale.
(da “Uomini” – Psicologia e psicoterapia della maschilità – di E. Giusti e L.Fusco – Sovera editore)
__________________________

L'esperienza del Gruppo Uomini non é una psicoterapia, ma un percorso di condivisione di esperienze, conoscenze e competenze che i partecipanti possono attuare attraverso la libera narrazione di se stessi, delle loro storie e della loro Storia. Il Gruppo cammina in parallelo con l'analogo Gruppo Donne e, per chi lo desidera, sono previsti periodici incontri con i partecipamnti di entrambi i gruppi nell'esperienza del Seminario Tematico che, ogni mese, affronta un tema di interesse psico-relazionale.

Conduce: dr. Maurizio Bottino

INFO E PRENOTAZIONI: vedi recapiti in calce

Nota: Gruppo  a numero chiuso con Prenotazione obbligatoria

Luogo

  • - Via Montecassiano, 90 - 00156 Roma
    06.868.97.790 338.13.934.23 06.823.191

Per ricevere future informazioni circa gli eventi promossi dall’autore

Categorie correlate