Donne che corrono con i lupi

Autore: Clarissa Pinkola Estés


Ci sono libri che non dimentichi e a cui riservi un posto ben visibile nella libreria, perché possano essere subito rintracciabili, esser ripresi in mano, riletti, anche solo in alcuni passaggi.
Per me "Donne che corrono coi lupi" è uno di questi libri.
Comprai e lessi questo saggio nella sua prima edizione italiana agli inizi degli anni '90, attirata dai molti racconti e fiabe che l'Autrice vi presenta e analizza.
Come lei amo e considero importante il prezioso materiale e patrimonio costituito dai racconti popolari, i miti, le fiabe.
Ma terminata la lettura, il mito della Donna Selvaggia - fil rouge di questo testo - mi aveva rapita, illuminata, profondamente e "visceralmente" stimolata per il suo contributo alla descrizione della psiche femminile, in particolare quella più naturale e selvaggia, istintiva e ancestrale.

Clarissa Pinkola Estés, analista junghiana con dottorato in Psicologia etno-clinica, in questo suo saggio enuclea infatti una serie di archetipi di tipologie femminili, attraverso un'interessante interpretazione psicoanalitica, ma che ogni donna - anche "digiuna" di Psicoanalisi - può comprendere e apprezzare perché attinge a un'antichissima memoria, aiutandola a venir su e a riprender vita.

A cura di: Luciana Morelli (vai al link)
 


Categorie correlate